Come un cameriere str…. può distruggere la reputazione del tuo ristorante

Immagine1111

Ci sono ristoratori titolari di locali che sono in forte difficoltà ma che, nonostante ciò, si ostinano a pensare di non dover cambiare nulla nel loro modo di concepire la professione; e ci sono ristoratori accorti, sempre pronti a cogliere il cambiamento e a lavorare per assecondare il piacere dei clienti e non il proprio ego.

Come sempre, mi rivolgo ai secondi, perché con i primi è inutile anche solo provare a discutere. Secondo il loro curioso modo di pensare, nessuno può insegnargli niente e le cose si fanno come si sono sempre fatte. Se poi i risultati non arrivano è sicuramente colpa del governo, della concorrenza, della crisi. Nessuno di loro però mi ha mai spiegato in modo razionale perché ci sono, invece, ristoranti nella loro stessa città che hanno successo e che, guarda caso, applicano proprio quelle strategie di cui parlo in questo blog e nel mio libro. Ma tant’è…

In questo post voglio spiegare a quei ristoratori che hanno voglia di raggiungere il successo e si mettono in discussione ogni giorno, aprendosi al marketing e a tutte le sue applicazioni, ma che trascurano l’importanza della formazione del loro staff.

Curare alla perfezione ogni aspetto del proprio locale, dalla cucina al marketing, dall’elaborazione di un’idea di cucina forte e differenziante rispetto a quella della concorrenza, che curano le public relation e applicano le strategie di acquisizione clienti, ma non prestare la massima attenzione alla qualità del servizio, significa vanificare ogni sforzo e non riuscire a raggiungere il successo che quel ristorante merita.

Continua a leggere per capire come ciò accade e come porvi rimedio.

[Continua…]

10 regole per avere un ristorante di successo (le ultime le ignori sicuramente)

10regole

In un’epoca di trasmissioni televisive su chef, cuochi, ristoranti famosi o da incubo ma, soprattutto, di grande attenzione mediatica nei confronti del mondo della ristorazione, si vive un paradosso incredibile:

i ristoranti aprono a migliaia, ma chiudono in numero ancor superiore.

E non finisce qui: ci sono ristoranti aperti da decenni che prosperano nonostante la crisi e la concorrenza e ce ne sono molti altri, spesso aperti da persone poco esperte, che chiudono dopo pochi mesi. Infine, ci sono ristoranti che sono aperti da decenni ma che ora proprio non ce la fanno più ad andare avanti.

In questo articolo ti riassumo le 10 regole per avere un ristorante di successo. Leggile con attenzione anche se, alcune, possono sembrarti scontate. Chiediti sempre: le sto seguendo tutte DAVVERO? Dove posso migliorare?

[Continua…]

Come far diventare famoso un ristorante e ottenere un grande successo

ads14

Se sei il proprietario di un ristorante, ti sarà capitato decine di volte di pensare: perché ci sono ristoranti famosi, nella mia città, ed altri nei quali magari si mangia anche meglio ma che sopravvivono nell’anonimato?

In una città importante, come in una località di turistica rinomata, ci sono decine, talvolta centinaia di locali. Locali nei quali si mangia più o meno bene. Eppure, a prescindere da concetti quali qualità e prezzi, ci sono locali che vanno alla grande perché, per usare il linguaggio comune, “hanno il nome”.

Ma perché loro “hanno il nome” e tu no?

O meglio, perché il loro nome dice qualcosa alla maggior parte delle persone mentre il tuo suona come sconosciuto?

In questo articolo ti svelerò i segreti dei ristoranti di nome e ti spiegherò, soprattutto, cme puoi far diventare famoso il tuo ristorante.

[Continua…]

I 5 stupidi errori che commetti quando fai pubblicità per il tuo ristorante

ads8

La maggior parte dei ristoratori, così come dei titolari di piccole attività che operano in Italia, pur rendendosi conto di quanto sia necessario far crescere il loro business, sono totalmente scettici nei confronti della pubblicità.

Questo perché più volte, negli ultimi anni, hanno provato ad investire denaro in forme di promozione della loro attività, ottenendo risultati pessimi e accorgendosi di aver solo sprecato denaro.

In questo post ti spiego perché non devi assolutamente smettere di investire denaro nella promozione del tuo ristorante ma devi farlo in modo diverso.

[Continua…]

Come posizionarsi gratis su Google con il tuo ristorante

primo su google maps

Una domanda sorge spontanea quando si effettua una ricerca sul motore di ricerca più usato in Italia, e cioé: come è possibile posizionarsi ai primi posti su Google per il proprio ristorante? E come è possibile farlo gratis?

E’ quel che cercheremo di scoprire in questo post, nel quale ti spiegherò la semplice strategia per riuscire a posizionarti ai primi posti su Google con il tuo locale.
[Continua…]

Come attirare i turisti verso il tuo ristorante: la banale strategia che puoi applicare subito

ads18

Attirare i turisti al ristorante rappresenta un obiettivo importante per chiunque gestisca o possegga un locale in una località visitata da molte persone ogni anno.

Sto parlando, ovviamente, dei ristoranti delle località marittime, da Rimini e Riccione al Salento, dalla Sardegna alla Sicilia, dalle coste della Calabria alla Versilia, dalle Cinque Terre al Levante Ligure eccetera eccetera.

Ma sto parlando anche dei ristoratori che operano nelle città d’arte che, in Italia, sono numerosissime, dalle classiche Roma, Napoli, Venezia, Firenze alle comunque attive Torino, Genova, Padova, fino ai luoghi religiosi, da Assisi a San Giovanni Rotondo e Loreto e molte altre ancora.

Spesso, quando parlo di come pubblicizzare un ristorante, i proprietari di locali mi dicono: ma queste strategie non si applicano ad un ristorante che vive del turismo occasionale e della clientela di passaggio.

Non è assolutamente vero e, proseguendo nella lettura di questo post, potrai rendertene conto. [Continua…]

Ecco perché il 50% dei ristoranti dovrebbe chiudere e fallire

chiusocrisi

Lo so, sei arrivato su questo post attirato dal titolo provocatorio e potresti pensare che si tratti di una manovra di “marketing” di bassa lega atta ad attirare i click da parte dei ristoratori, con l’intento di piazzare qualche copia di un libro o qualche click sugli annunci pubblicitari (che non troverai).

E invece no. Non troverai alcuna ritrattazione da parte mia, non farò marcia indietro e sono pronto a prendermi gli insulti.

Non fa niente. Me li aspetto, gli insulti. Ma mi sono francamente stancato di leggere cose come quelle che vedi in figura:

[Continua…]

Il mestiere del ristoratore oggi… e com’era vent’anni fa.

ads1

Ma ti ricordi com’era bello fare questo lavoro, quello del ristoratore, fino a una ventina di anni fa?

Te lo ricordi?

Senza recensioni, senza dover avere il sito, il blog, la pagina Facebook, il profilo Instagram, la pagina Google MyBusiness…

E senza doverti preoccupare di concetti astrusi e incomprensibili quali:

Lead generation, Brand Reputation, web marketing, public relations eccetera eccetera…

Quando alla gente non gliene fregava niente dei piatti decorati come opere d’arte (che ci metti più tempo a presentare un piatto che a prepararlo…) e badava al sodo.

Quando non dovevi badare troppo alla provenienza certificata delle materie prime, perché i tuoi clienti avevano fiducia in te e bastava acquistare con criterio ed esperienza per non scontentare nessuno.

Quando non ti trovavi, su una tavolata di 10 persone, 2 vegetariani, 2 vegani, 1 intollerante al glutine e un celiaco

[Continua…]

Come rilanciare un ristorante e portarlo al successo. Il post definitivo per far decollare il tuo ristorante

tavolivuoti

Secondo i dati della Confesercenti, nel 2015 ci sono state 65.824 chiusure di ristoranti e bar e solo 36.757 aperture e questo dato ci dice che…

ALT!

No, in questo lungo post non ti parlerò di dati che puoi trovare ovunque e non cercherò di indorarti la pillola dicendoti che prima o poi la crisi finirà e tu potrai tornare a vivere la tua professione di ristoratore in modo sereno e soddisfacente, seppur molto faticosa.

No, le cose non stanno così.

Se non ti deciderai, finalmente, a rivoltare come un calzino il tuo locale, il prossimo a tirare giù le serrande potresti essere tu.

E’ brutta, messa così?

Forse, però siccome gli italiani sanno tirare fuori il meglio di sé solo quando si sentono con l’acqua alla gola, ho dovuto seguire una precisa regola del marketing per ristoranti, che dice di:

individuare un problema, renderlo il più spaventoso e terribile possibile e poi fornire una soluzione“.

Bene, se non ti sei offeso, la smetto qui con lo “spavento” e inizio a spiegarti ciò che devi fare per:

rilanciare, o aprire per la prima volta, un ristorante, fino a trasformarlo in un locale di successo.

Partiamo dall’inizio, e facciamolo rispondendo ad una domanda:

[Continua…]

Non illuderti, né Cannavacciuolo né Gordon Ramsey porterebbero al successo il tuo ristorante

cucinedaincubo

Adoro i programmi come “Cucine da Incubo“, sia nella versione inglese e americana che in quella italiana, curata dal simpaticissimo e formidabile chef Antonino Cannavacciulo.

Immagino tutti conosciate il programma in questione:

lo chef, Gordon Ramsey nella versione americana e Antonino Cannavacciulo in quella italiana, viene chiamato dal titolare di un ristorante in crisi, che ne richiede l’intervento. Lo Chef arriva, assaggia alcuni piatti del menu, li commenta schifato, poi osserva come si comporta il personale di sala e quello di cucina durante un servizio serale e, infine, spiega perché le cose non funzionano. Rileva i problemi, fornisce delle soluzioni. Fa vedere un paio di trucchi di cucina, poi lavora sulla psicologia di titolare e staff. Infine, ristruttura il locale, rinnova il menu e il ristorante si riempie magicamente di clienti entusiasti.

Se hai un ristorante immagino tu sappia già quali sono i limiti di quei programmi, ma credo tu non abbia colto appieno quali sono i reali motivi per i quali se anche domani arrivasse Cannavacciulo nel tuo ristorante, non riuscirebbe a farti avere il successo che credi di meritare.

[Continua…]

Come usare le recensioni negative per portare il tuo ristorante al successo!

trip

Negli ultimi anni il mondo della ristorazione è stato sconvolto da un’infinità di fattori che ne hanno minato il mito di “attività (quasi) sicura“.

Premesso che, in realtà, anche nel passato prosperavano solo i ristoranti nei quali si riuscivano a garantire degli standard qualitativi medio-elevati, e quindi solo quelli in cui i proprietari erano professionisti qualificati ed esperti, mentre gli incapaci e gli improvvisati hanno sempre trovato vita difficile, negli ultimi anni sono intervenuti i seguenti fattori:

  1. La crisi economica;
  2. La liberalizzazione delle licenze;
  3. L’avvento di internet

Tre fattori che hanno condizionato in modo rilevante le attività dei ristoratori. Per molti, infatti, si è trattato di un bagno di sangue.

Con la crisi economica le persone si sono improvvisamente ritrovate più povere, molte hanno perso il lavoro e anche quelle che non hanno subito particolari conseguenze dalla crisi, si sono comunque scoperte meno fiduciose verso il futuro e questo ha comportato una drastica riduzione dei consumi.

Se, un tempo, le persone uscivano a cena fuori mediamente un paio di volte al mese, oggi hanno ridotto del 50% e forse più la loro frequenza.

La liberalizzazione delle licenze ha avuto come immediata conseguenza quella di riempire, senza alcun criterio, le città di attività fotocopia a distanza ravvicinata. Un tempo ci pensava il comune, in modo più o meno equo, a stabilire se in quella via potesse aprire un ristorante e spesso negandone la licenza laddove non erano rispettati alcuni criteri, quali, ad esempio, la distanza minima da un’altra attività simile.

[Continua…]

Ti hanno detto che Facebook ti porterà clienti? Non è vero, a meno che…

23

Noto sempre con grande piacere il fatto che quasi tutti i ristoranti hanno oggi la loro pagina Facebook.

Noto però con meno soddisfazione che questa pagina è perlopiù abbandonata a se stessa.

Per fortuna ci sono parecchi locali che, invece, hanno capito come si gestisce una pagina Facebook.

Ma il motivo per cui la maggior parte dei proprietari di ristorante si arrende subito e abbandona quella pagina aperta con tanto entusiasmo, perché hanno letto che: “con Facebook si possono avere grandi risultati gratis!” è che… i risultati non arrivano affatto!

E non arrivano per due motivi:

  1. Perché la pagina non viene gestita nel modo corretto;
  2. Perché Facebook NON ti porta neanche un cliente, se non sai come fare.

Immagino che il punto 2. può, in qualche modo, turbarti, perché va contro le convinzioni che ormai hai interiorizzato da tempo, ma ti spiegherò meglio, nel corso dell’articolo, come si può usare davvero Facebook per trovare nuovi clienti per il tuo ristorante.

Cominciamo quindi a spiegare come va gestita la pagina Facebook di un ristorante.

Innanzitutto, ciò che NON devi fare, ossia: abbandonarla a se stessa!

Già perché in genere la si apre con tanto entusiasmo, anche perché è gratis, e si spera che dopo aver postato qualche immagine del locale e qualche portata, accada qualcosa. E invece non accade niente.

Siccome non succede niente, la si abbandona inesorabilmente, ad eccezion fatta per la pubblicazione dei post relativi alla cena di capodanno o al pranzo di ferragosto.

La pagina Facebook deve essere coltivata con attenzione e deve essere arricchita di contenuti in modo costante!

[Continua…]